Cos’è la cinghia di distribuzione e dove si trova?

La cinghia di distribuzione dell’automobile è un elemento cardine nell’architettura di un motore a combustione interna, incaricata di coordinare e sincronizzare diversi elementi fondamentali del motore stesso.

Ma cos’è esattamente la cinghia di distribuzione e quale ruolo svolge?

Composta di un materiale resistente fatto di gomma e rinforzato con cordicelle tessili, la cinghia di distribuzione assume la forma di una fascia dentata, con il compito di trasmettere il movimento dell’albero motore all’albero a camme.

Quest’ultimo, a sua volta, regola il movimento di pistoni e valvole, ossia il cuore pulsante del vostro motore.

L’albero motore e l’albero a camme devono lavorare in perfetta sincronia per garantire un funzionamento ottimale del motore.

La cinghia di distribuzione assicura che l’apertura e la chiusura delle valvole avvengano nel momento esatto in cui i pistoni sono nella posizione corretta.

Questo coordinamento preciso è fondamentale per assicurare l’entrata del carburante nel motore e l’espulsione dei gas di scarico in modo corretto e tempestivo.

Inoltre, nei motori in cui è prevista, la cinghia di distribuzione può avere un ulteriore ruolo importante: quello di regolare il funzionamento della pompa dell’acqua. Quest’ultima è essenziale per il raffreddamento del motore, contribuendo a prevenirne il surriscaldamento e a garantirne la longevità.

È fondamentale sottolineare che esistono motori che utilizzano una catena di distribuzione al posto della cinghia. Le catene, generalmente più resistenti e durature, richiedono tuttavia un controllo periodico per assicurare il loro corretto funzionamento, esattamente come avviene per la cinghia di distribuzione.

Dove si trova?

La cinghia di distribuzione ha un’ubicazione molto specifica all’interno del motore. Generalmente si trova in testa al motore, spesso sul lato destro, anche se questa non è una regola assoluta.

La posizione precisa della cinghia di distribuzione può variare in base alle specifiche scelte ingegneristiche adottate dalla casa automobilistica che ha progettato e costruito il veicolo.

È importante sottolineare che, nonostante la posizione possa variare da un modello di automobile all’altro, la cinghia di distribuzione è sempre posizionata in un punto nevralgico del motore.

Questo perché ha il compito fondamentale di coordinare e sincronizzare le attività dell’albero motore e dell’albero a camme, componenti che rappresentano il cuore del sistema di funzionamento del motore stesso.

Perché si rende necessario cambiare la cinghia di distribuzione di un’auto?

A rendere la situazione più complessa, la cinghia di distribuzione non è facilmente ispezionabile, rendendo difficile identificare visivamente eventuali segni di usura.

In molti casi, l’unico sintomo evidente di un problema può essere la rottura della cinghia, che può causare danni ingenti al motore e richiedere riparazioni costose.

Una cinghia di distribuzione che funziona correttamente è fondamentale per il corretto funzionamento del motore. Se si deteriora o si rompe, può causare un malfunzionamento del motore, che a sua volta può provocare l’arresto del veicolo, mettendo a rischio la sicurezza dell’auto e dei suoi passeggeri.

Inoltre, se la cinghia si rompe mentre il motore è in funzione, può causare gravi danni interni, come la collisione tra pistoni e valvole, che può essere molto costosa da riparare.

Quanti km si possono fare con la cinghia di distribuzione?

La durata della cinghia di distribuzione di un’auto dipende da vari fattori, tra cui:

  • il tipo di veicolo;
  • le condizioni di guida;
  • le raccomandazioni del produttore.

In generale, tuttavia, è consigliato sostituire la cinghia di distribuzione tra i 100.000 e i 120.000 chilometri.

Alcuni produttori di automobili possono suggerire intervalli di sostituzione più lunghi, ma è importante ricordare che una cinghia di distribuzione può rompersi anche prima del chilometraggio consigliato per la sostituzione, a causa di vari fattori (come l’usura, il calore e le condizioni di guida stressanti).

Va notato anche che, oltre al chilometraggio, un altro fattore cruciale è il tempo.

Anche se un’auto non ha percorso molti chilometri, la cinghia di distribuzione può deteriorarsi a causa dell’invecchiamento del materiale di cui è composta.

Pertanto, molti produttori raccomandano la sostituzione della cinghia di distribuzione anche dopo un certo periodo di tempo, solitamente ogni 5 anni.

Come si fa a capire se la cinghia di distribuzione è da cambiare?

La diagnosi di un problema con la cinghia di distribuzione può essere difficile per un non esperto, poiché i segnali di usura o di malfunzionamento non sono sempre chiari.

Tuttavia, ci sono alcuni indizi che possono suggerire la necessità di un controllo da parte di un professionista.

Uno dei sintomi più comuni di una cinghia di distribuzione in fase di usura è un rumore strano proveniente dal motore. Potrebbe trattarsi di uno scricchiolio, uno sfregamento o un cigolio, particolarmente evidente quando il motore è freddo.

Un altro sintomo potrebbe essere un avviamento del motore più difficoltoso del solito, con momenti in cui sembra quasi che l’auto non voglia partire. Questo può essere causato da un allentamento della cinghia di distribuzione, che impedisce la corretta sincronizzazione tra l’albero a camme e l’albero motore.

Se il motore si spegne improvvisamente durante la guida, questo può essere un segnale di una cinghia di distribuzione rotta, una situazione che richiede un intervento immediato.

Infine, un calo di potenza dell’auto durante la guida potrebbe indicare un problema con la cinghia di distribuzione.

Se la cinghia non è in grado di mantenere la corretta sincronizzazione del motore, la potenza del veicolo può diminuire.

 

 

Cosa succede se non si cambia la cinghia di distribuzione, e questa si rompe?

Se la cinghia di distribuzione di un’auto non viene cambiata come raccomandato e si rompe durante la guida, le conseguenze possono essere disastrose per il motore.

Come anticipato, la cinghia di distribuzione è responsabile della sincronizzazione del movimento tra l’albero a camme e l’albero motore. Quando questa cinghia si rompe, la sincronizzazione viene perduta.

L’albero a camme si ferma, bloccando le valvole in una posizione aperta o chiusa, mentre l’albero motore continua a girare. Questo può portare i pistoni a colpire le valvole aperte, causando danni seri al motore.

I danni possono includere valvole piegate, danni alla testata del motore, danni ai pistoni, e in alcuni casi, la rottura completa del motore. Riparare un motore dopo la rottura della cinghia di distribuzione può essere molto costoso, spesso richiedendo una sostituzione completa del motore.

Inoltre, una rottura della cinghia di distribuzione mentre si è alla guida può creare una situazione di pericolo, poiché il motore si ferma improvvisamente, compromettendo il controllo dell’auto.

Pertanto, è di fondamentale importanza cambiare la cinghia di distribuzione secondo le raccomandazioni del produttore del veicolo, sia in termini di chilometri percorsi che di anni di vita del veicolo, per prevenire problemi costosi e potenzialmente pericolosi.

Quanto costa cambiare la cinghia di distribuzione?

Prima di addentrarci nei dettagli del costo, è importante chiarire che l’importo da pagare non riguarda solo il prezzo della cinghia di distribuzione in sé.

Infatti, sebbene la cinghia di distribuzione in sé abbia un costo contenuto – si parla di qualche decina di euro – l’operazione di sostituzione coinvolge spesso l’intero kit di distribuzione.

Questo comprende la cinghia dentata, il tendicinghia fisso e quello regolabile.

A ciò, si aggiunge in molti casi anche la sostituzione della pompa dell’acqua, essenziale per il raffreddamento del motore. Questa pratica consente di prevenire eventuali rotture successive alla sostituzione della cinghia, risparmiando così ulteriori interventi.

In sintesi, la spesa complessiva per la sostituzione di un kit di distribuzione in un’auto di fascia media può variare generalmente tra i 300 e i 700 euro.

Tuttavia, il costo finale dipende da diversi fattori, tra cui le dimensioni del veicolo, il modello e il posizionamento della cinghia.

Inaspettatamente, il costo dell’intervento può essere proporzionalmente maggiore per le auto di piccole dimensioni.

La ragione risiede principalmente nelle difficoltà che si incontrano nel raggiungere la cinghia, a causa del posizionamento e delle dimensioni del vano motore.

A volte, l’autoriparatore potrebbe dover rimuovere diversi componenti o persino sollevare il motore per accedere alla cinghia. Questa necessità aumenta il tempo di lavoro e, conseguentemente, il costo della manodopera.

Quindi, prima di procedere con la sostituzione della cinghia di distribuzione, è sempre consigliabile richiedere preventivi a diverse officine, per assicurarsi un prezzo equo e trasparente.

Conclusioni

Se vivi a Grosseto o nelle sue vicinanze e devi sostituire la cinghia di distribuzione del tuo veicolo, non rimandare un intervento che, se fatto in tempo, può prevenire danni più gravi e garantire la tua sicurezza su strada.

La scelta ideale è rivolgersi a un’officina di fiducia con esperienza e competenza, come l’Autocarrozzeria Sciuto e Betti.

Conosciuti per l’essere un punto di riferimento affidabile per il soccorso stradale h24, l’obiettivo della nostra officina è quello di offrire un’ampia varietà di servizi, sia per veicoli personali che commerciali.

Nel corso degli anni, abbiamo consolidato la nostra reputazione, diventando un punto di riferimento per l’efficienza e la qualità dei servizi nel territorio di Grosseto.

Siamo orgogliosi di essere un’officina autorizzata Euromotori SPA per i marchi Volkswagen e Skoda.

Ma perché dovresti sceglierci noi? Il motivo è semplice: la nostra attenzione per i dettagli, il nostro orientamento al cliente e un team di esperti altamente qualificati.

Offriamo servizi di assistenza a 360°, rispettiamo i tempi stabiliti e siamo pronti ad intervenire prontamente in caso di emergenza.

Sei interessato? Non esitare a contattarci per maggiori informazioni.

Puoi chiamarci al numero 0564 451161, oppure inviarci una mail a [email protected]. Siamo pronti a prendersi cura del tuo veicolo come se fosse il nostro.

Sei Offline, controlla la tua connessione